Il mio giornale di bordo

Sulle tracce di Federico Fellini

Vorrei iniziare questo breve articolo, con una frase di Federico Fellini: « Il visionario è l’unico realista. » ; questa breve frase racconta tutta la vita, di questo famosissimo regista, perché lui, è stato uno dei promotori del cinema realista, insieme a Vittorio De Sica, è proprio in quel tipo di cinema che si racconta la verità, quella verità che molto spesso può essere quasi visionaria. Fellini è ritenuto uno dei migliori cineasti di tutta la storia del cinema, i cinque Oscar vinti e gli innumerevoli premi vinti, lo confermano. Personalmente, ho riscoperto Fellini, solo ultimamente, rivedendo le opere come: La Strada, La dolce vita e Lo sceicco bianco; e l’ho apprezzato, per quel modo di essere malinconico ma allo stesso tempo sprezzante ed ironico oltre ad avere quel carattere visionario da tutti ritenuto unico e ineguagliabile. Sono oramai sulle tracce di Fellini, da circa sei mesi, cerco di scoprirlo, nelle sue opere ma soprattutto nei suoi set, il caso, ha voluto farmi trovare di fronte al set de La Strada, un grande successo, che ha portato Federico Fellini alla ribalta a livello internazionale e con il quale nel 1954, vince il premio Oscar come Miglior film straniero; La Strada, film con Anthony Quinn e Giulietta Masina, racconta la storia  Zampanò che è un saltimbanco che viaggia attraverso i vari paesi esibendosi con prove di forza, che prende con se Gelsomina per impararle il mestiere, il lungometraggio racconta le varie peripezie dei due personaggi, fino a quando Zampanò decide di abbandonarla lungo una strada, per poi venire a sapere della sua morte, dopo qualche anno. Il mio cammino, seguendo le tracce di Fellini è partito da Rocca di Mezzo (AQ) per una pura casualità, ora voglio vedere dove mi porterà, sono sicuro che mi farà scoprire ancora tante informazioni su quest’uomo, che in un modo in un altro, ha caratterizzato il modo di vedere e di percepire le cose, attraverso i sui film.

Antonio De Simone

Questa voce è stata pubblicata il 19 gennaio 2012 alle 7:16 am ed è archiviata in Pensieri. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: