Il mio giornale di bordo

Antoni Gaudí era il Gehry dei suoi tempi

Il titolo di questo articolo è la frase che ho espresso guardando una cartolina che presentava una vista dall’alto del Parco Güell a Barcellona, opera famosissima di Gaudì e visitata da milioni di persone ogni anno; Antoni Gaudì, è un architetto vissuto tra la seconda metà dell’800 e il primo ventennio del ‘900, ritenuto da tutti “l’architetto di Dio” di fatti la sua più grande opera è la Sagrada Famiglia, costruzione ancora in fase di attuazione. Mentre Frank Gehry è un famosissimo architetto americano, contemporaneo, che lavora in tutto il mondo, massimo esponente della corrente decostruttivista dell’archittura, caratterizzato da elementi scultorei e organici inseriti all’interno dei suoi progetti, l’edificio che lo rende popolare in tutto il mondo è Guggenheim Museum di Bilbao. Vorrei raccontarvi il perché di questa frase, è innanzitutto individuare il periodo storico di questi due architetti, che quasi involontariamente ho messo a confronto; un confronto, non derivante dallo stile o dalla tipologia dell’architettura da loro realizzata, ma dal sapersi distinguere rispetto agli altri famosi architetti, con opere fuori da ogni immaginario e che si evidenziavano dalle opere “comuni” che venivano realizzate nei due diversi periodi storici, avevano un qualcosa, quel qualcosa, che rende un’opera inimitabile e fantastica. Pertanto non è un confronto di stili, ma un semplice confronto tra persone, tra grandi architetti. Geni come Le Corbusier, Leonardo e tanti altri, vengono ritenuti tali, grazie ad una grande e unica capacità, quella di guardare oltre, oltre le distanze e il tempo, oltre i confini del conosciuto, insomma sono alla ricerca di a una risposta, prima che gli venga posta la domanda.

Antonio De Simone

Questa voce è stata pubblicata il 18 febbraio 2012 alle 7:24 am ed è archiviata in Pensieri. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

2 pensieri su “Antoni Gaudí era il Gehry dei suoi tempi

  1. Beata ignoranza! Ancora ancora posso dire chi fosse Gaudì (di cui non conosco nemanco il nome) ma addirittura Gehry…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: