Il mio giornale di bordo

Cosa succede in Siria.

La Primavera araba che aveva caratterizzato lo scorso anno tutti i questi Paesi mediorientali, in una sorta di rivoluzione popolare, che cercava una nuova rinascita della libertà e della democrazia possiamo ritenerla in sospesa o quasi conclusa in Siria. I principali mass media non ne parlano, ma diciamo che in questo Paese, ora più che altro regna il caos, più incivile e pericoloso che esista al mondo. Con atrocità e devastazioni da entrambe le parti sul campo, vi sono infatti due schiermenti che combattono quotidianamente, i manifestanti contro i soldati guidati dall’attuale governo di Bashār al-Asad. Le angherie tra questi due schieramenti con il passare del tempo hanno portato ad una vera e propria guerra civile, che miete giorno dopo giorno morti, soprattutto ne hanno la peggio gli anziani, le donne e i bambini. Le Nazioni Unite hanno cercato di intervenire, ma sono state sempre bloccate dai veti da parte della Cina e della Russia, pertanto rimaniamo a guardare quello che succede, senza poter intervenire in nessun modo. Le nazioni di tutto il mondo, hanno intrapreso operazioni per manifestare il loro disappunto per il comportamento della Siria, per esempio l’espulsione di tutti gli ambasciatori siriani. Spero che vengano intraprese azioni capaci di affrontare questa situazione che stà giorno dopo giorno degenerando e causando tantissimi vittime. I diritti dell’uomo in questo momento, in quei luoghi, non sono più al sicuro, gli ideali di democrazia e libertà sono gli unici obiettivi, sul quale crederci e che forse, un giorno, verranno raggiunti.

English version_The Arab Spring that had characterized the last year all these Middle Eastern countries, in a sort of popular revolution, which sought a new birth of freedom and democracy can feel it in almost suspended or terminated in Syria. The main mass media does not talk, but let’s say that in this country, now more than anything else chaos reigns, as uncivilized and dangerous thing in the world. With atrocities and devastation on both sides on the field, there are indeed two schiermenti fighting every day, protesters against soldiers led by the current government of Bashar al-Asad. Harassment between these two sides with the passage of time have resulted in a real civil war, which claims a daily deaths, mostly have the worst of the elderly, women and children. The United Nations has tried to intervene, but were always blocked by vetoes by China and Russia, so we are looking at what happens, without being able to intervene in any way. Nations around the world have taken steps to express their disappointment at the behavior of Syria, for example, the expulsion of all Syrian ambassadors. I hope that actions taken are capable of dealing with this situation that is deteriorating day after day, causing many casualties. Human rights at this time, in those places are no longer safe, the ideals of democracy and freedom are the only targets on which to believe and maybe, someday, will be achieved.

Antonio De Simone

Questa voce è stata pubblicata il 27 giugno 2012 alle 6:55 am ed è archiviata in Pensieri. Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Cosa succede in Siria.

  1. Photographs by Peter Knight in ha detto:

    Nice picture! I’m going to return a bit later to translate the writing!!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: